itzh-TWenfrdejaptrues

News

Domenica 21 ottobre alle ore 12 a Itieli saranno inaugurate la Torre medievale e parte delle Mura castellane dopo il restauro effettuato con la collaborazione tra Comune di Narni, Scuola Edile di Terni e comunità itielese. Il costo totale del restauro a carico del bilancio comunale è stato di circa 15 mila euro.

Nel cantiere sono stati impiegati cinque operai edili disoccupati, residenti nel Comune di Narni ed iscritti nelle liste del Centro per l’Impiego della Provincia di Terni, con almeno un anno di esperienza nel settore.

La selezione del personale da impiegare è stata fatta dalla Scuola Edile, attraverso un elenco di disoccupati fornito dal Centro per l’Impiego della Provincia di Terni.

Da alcuni anni questa collaborazione sta dando grandi risultati, in particolare il progetto pilota in questione che ha previsto prima un percorso di formazione in materia di sicurezza, la conoscenza dei materiali e delle attrezzature necessari per l’intervento, al termine del quale i cinque operai si sono cimentati nel delicato intervento sotto la direzione di un mastro della Scuola.

Il valore di questa esperienza va visto anche e soprattutto per gli effetti positivi sul piano occupazionale, infatti le cinque persone hanno successivamente svolto uno stage in aziende e tutti sono stati reinseriti nel mondo del lavoro.

Per questo il Comune di Narni e la Scuola Edile hanno intenzione di proseguire tale esperienza per offrire opportunità di formazione utili al reimpiego in un settore, quello edile, che è tra i più colpiti dalla crisi.

Bottom Logo

La Cascata delle Marmore è una cascata con portata controllata , è tra le più alte dei paesi europei, il suo dislivello totale è di m 165, suddiviso in tre salti.

Si trova a circa 8 km di distanza dalla città di Terni, quasi alla fine della Valnerina, dove scorre il fiume Nera. Il nome deriva dai componenti salini presenti sulle rocce che sono simili a marmo bianco, il Travertino.

L’energia potenziale delle acque del fiume Velino in alto, vengono durante la caduta sfruttate per la produzione di energia elettrica presso la centrale di Galleto costruita nel 1929 ha una potenza a pieno regime di 530 MW.

ULTIME AZIENDE INSERITE